Tag Archives: Stefano Gabbana

The sad Empress by Dolce & Gabbana

D&G Sad Empress

I’ve  been literally captured by this shot of  Mariano Vivanco that Stefano Gabbana published on Instagram.  The dress is a paradigm for many black pieces of the Haute Couture 2014 woman collection, the exquisite handmade lace lends a sense of opulence and spirituality at the same time and that black veil caresses the fierce face of the one I call “the sad Empress”. She acts in an ideal black&white world, where colour blocks are liquefied and oxymoron is the only soverein. She acts in the real world.

Sono stata letteralmente catturata da questo scatto di Mariano Vivanco, che Stefano Gabbana ha pubblicato su Instagram. L’abito è il paradigma di altri look in nero della collezione Alta Moda donna 2014, gli squisiti pizzi dalla lavorazione artigianale conferiscono un senso di opulenza e spiritualità al contempo, mentre il velo scuro accarezza il volto impetuoso di quella che ho ribattezzato “l’imperatrice triste”. Lei si muove in un ideale mondo in bianco e nero, dove il color block si scioglie e l’ossimoro è il solo sovrano. Praticamente il mondo reale.

Advertisements

The sad Empress by Dolce & Gabbana

D&G Sad Empress

I’ve  been literally captured by this shot of  Mariano Vivanco that Stefano Gabbana published on Instagram.  The dress is a paradigm for many black pieces of the Haute Couture 2014 woman collection, the exquisite handmade lace lends a sense of opulence and spirituality at the same time and that black veil caresses the fierce face of the one I call “the sad Empress”. She acts in an ideal black&white world, where colour blocks are liquefied and oxymoron is the only soverein. She acts in the real world.

Sono stata letteralmente catturata da questo scatto di Mariano Vivanco, che Stefano Gabbana ha pubblicato su Instagram. L’abito è il paradigma di altri look in nero della collezione Alta Moda donna 2014, gli squisiti pizzi dalla lavorazione artigianale conferiscono un senso di opulenza e spiritualità al contempo, mentre il velo scuro accarezza il volto impetuoso di quella che ho ribattezzato “l’imperatrice triste”. Lei si muove in un ideale mondo in bianco e nero, dove il color block si scioglie e l’ossimoro è il solo sovrano. Praticamente il mondo reale.